22 marzo 2013

WhatsApp a pagamento: ecco le altre applicazioni gratuite

Ormai è ufficiale: entro il 2013 anche gli utenti iPhone dovranno sottoscrivere un abbonamento annuale per poter continuare a utilizzare l'applicazione WhatsApp. Per gli utenti Android questo è già accaduto.

Il costo sarà di 0,79 euro, dunque assolutamente simbolico, considerata la quantità illimitata di chiamate e messaggi che si possono effettuare in 12 mesi. Eppure gran parte degli utenti si è ribellata a questa decisione, invadendo social e forum con lamentele e sostituendo WhatsApp con applicazioni simili ma gratuite.

Vediamo, allora, quali altre app offrono gli stessi servizi senza richiedere alcun abbonamento.

Iniziamo con la più nota: Skype. Oltre che per computer, è disponibile anche per smartphone e tablet. Come tutti sanno, permette telefonate, messaggi con emoticon e invio di file.

Anche Viber è un'app molto utilizzata. La sua installazione, previo download, richiede l'inserimento del proprio numero di telefono, a seguito del quale l'applicazione invia un sms di conferma con codice di attivazionee. I contatti vengono attinti dalla rubrica del telefono ed è poi possibile visualizzare quali utilizzano Viber. Non solo: sempre a titolo gratuito, è possibile inviare foto e file ed anche di condividere la propria posizione tramite le mappe di Google.

 

Considerata l'"erede" di WhatsApp, Line è invece un'applicazione giapponese utilizzata anche in Europa, per un totale di oltre 100 milioni di utenti. Semplice e intuitiva, è disponibile sia per Android sia per iPhone, consente telefonate e messaggi ed è dotata di molte emoticon, amate soprattutto dai più giovani.

Firmata Samsung, l'applicazione ChatOn è disponibile per tutti i sistemi operativi: Android, iOS, Windows, ecc. Oltre a chiamate e messaggi, offre chat di gruppo, foto, video, suoni, ma anche informazioni su luoghi, contatti e calendario.

Si chiama invece Yuilop l'app gratuita che rende possibile raggiungere tutti i propri contatti, anche quelli che non utilizzano l'applicazione. Ma ci sono anche Touch, ideata per BlackBerry ma disponibile ora anche per iOS, Kik e Hey Tell.

Insomma, chi vuole un'applicazione di messaggistica istantanea gratuita non ha che l'imbarazzo della scelta!